Sigaretta elettronica usa e getta: quanto dura, prezzo e come funziona

Cos'è una sigaretta elettronica monouso e quali sono i suoi pregi e difetti

Nel mondo dello svapo, come in tante altre in sfere accade, esistono i trend: periodi in cui uno o un'intera categoria di prodotti vanno per la maggiore.

Ciò accade solitamente perché vi è una particolare curiosità del pubblico verso un nuova tipologia di sigaretta elettronica, in specifici casi suscitata da vere e proprie necessità dei vaper o di chi al vaping vorrebbe avvicinarsi.

Una di queste "mode" riguarda la sigaretta elettronica usa e getta, dispositivo non certo nato ieri ma tornato alla ribalta nell'ultimo anno.

Sono infatti tante le aziende che ultimamente si sono cimentate in questo tipo di produzioni, lanciando sul mercato la propria "disposable e-cig".

Ma come mai nel 2022 ritroviamo questo genere di proposta "anacronistica" in tutti i migliori vape shop?

Andiamo subito a scoprilo.

Cos'è una sigaretta elettronica usa e getta e quanto dura

Sigaretta elettronica usa e getta come funziona

La sigaretta elettronica usa e getta è un dispositivo vaporizzante che funziona in tutto e per tutto come un'e-cig classica, con la sola differenza che la sua durata è limitata nel tempo.

La sua struttura all-in-one non consente infatti la sostituzione di alcun pezzo e una volta che il ciclo vitale della resistenza elettrica al suo interno termina, il device va gettato nella spazzatura.

Molti modelli, come avveniva in passato, vengono forniti con l'e liquid pre-caricato all'interno del serbatoio, e in questi casi la durata del prodotto è circoscritta alla fine di questa scorta. In altri, come la Aspire R1, è possibile inserire il liquido che si preferisce e ricaricare la batteria, il che garantisce un utilizzo prolungato fino all'esaurimento dell'efficienza della resistenza.

Tale durata limitata influisce ovviamente anche sul prezzo, molto contenuto e in linea di massima tra i 6 e gli 8€ per i modelli disponibili in questo momento.

Un tempo le sigarette elettroniche monouso erano dei dispositivi da svapo che somigliavano tantissimo (almeno a livello estetico) ad una sigaretta di tabacco tradizionale.

Il problema, però, è che questi device non avevano una resa aromatica ed una vaporizzazione realmente appaganti per l'utente, oltre che una carica di brevissima corsa, motivo per cui hanno pian piano perso piede nell'evoluzione del vaping.

Ad oggi, invece, le "disposables" sono in tutto e per tutto delle pod mod e si portano dietro tutta una serie di migliorie apportate dalle case produttrici:

  • Durata maggiore della batteria (talvolta ricaricabile)
  • Produzione di vapore abbondante
  • Aromi accattivanti pre-caricati al loro interno
  • Resa aromatica implementata

Ciò ha consentito a questo tipo di hardware di tornare in auge, ricoprendo una nuova fetta di mercato.

Vediamo ora in che modo funziona un dispositivo vaporizzante usa e getta.

Com'è fatta e come funziona un'e-cig monouso

Sigaretta elettronica usa e getta quanto dura

Che sia o meno usa e getta, un'e-cigarette è costituita fondamentalmente dagli stessi elementi: atomizzatore e corpo batteria.

L'atom è la parte superiore del device ed è composto da:

  • Drip tip: beccuccio per l'inalazione del vapore
  • Pod: cartuccia di liquido, in molti modelli pre-caricata e non ricaricabile e disponibile con diverse gradazioni di nicotina liquida
  • Coil: resistenza riscaldante che vaporizza l'e-liquid a contatto, di durata limitata nel tempo

Al di sotto, troviamo il corpo vero e proprio della sigaretta elettronica, che ospita la batteria ed eventualmente il tasto per l'attivazione della vaporizzazione, in molti casi automatizzata grazie ad un sensore che rileva l'aspirazione tramite il drip tip.

Un'e-cig tradizionale consente di sostituire la cartuccia pod e/o la coil al suo interno, mentre in una sigaretta elettronica usa e getta ciò non è possibile e le due parti sono inseparabili.

Perciò, una volta tolta dalla sua confezione, la "pod mod one shot" durerà giusto il tempo necessario al consumo del liquido contenuto al suo interno o alla fine del ciclo vitale della coil, dopo di che dovrà essere smaltita nell'indifferenziato.

Ma a chi giova tutto ciò?

Leggi anche: Sigaretta elettronica: quale scegliere per iniziare a svapare

Dove si compra una sigaretta elettronica usa e getta e a chi è destinata

Abbiamo fin qui visto com'è fatta e come funziona questo genere di vaporizzatore personale tornato alla riscossa già nella seconda metà del 2021: è ora tempo di capire a chi è rivolta questo tipo di offerta.

La sigaretta elettronica usa e getta nasce per offrire ai fumatori una prima alternativa al fumo di tabacco combusto, economica e senza impegno.

Con pochi euro, infatti, ci si può accaparrare uno di questi "giochini" e provare l'esperienza di svapo senza imbarcarsi in acquisti impegnativi.

Reperibili in tutti i migliori siti di sigarette elettroniche e negli shop fisici, le e-cig monouso vestono oggi un ruolo importante nel far avvicinare nuovi utenti al mondo del vaping, sottraendoli a quello del fumo.

Potremmo paragonarle ad una sorta di trailer, una overview o uno stuzzichino d'assaggio che dà all'utente finale una chiara idea del prodotto che potrebbe acquistare, consentendo un paragone con quello che usava precedentemente.

Allora qual è il verdetto finale sulle sigarette elettroniche usa e getta di oggi?

Leggi anche: La sigaretta elettronica fa male?

Sigarette elettroniche usa e getta: vantaggi e svantaggi

Ora che abbiamo fatto un excursus completo sulla sigaretta elettronica usa e getta, vogliamo redigere un bello schema riassuntivo per ricapitolare tutto.

L'e-cig monouso è un dispositivo per svapo concepito per principianti, in particolare fumatori che vogliono smettere e desiderano provare un'alternativa a basso costo e senza impegno a lungo termine.

Questo è senza dubbio il suo vantaggio, nonché valore, maggiore, dato che può contribuire notevolmente alla lotta contro il fumo, da sempre obiettivo primario del vaping.

A livello funzionale, i pro sono tanti:

  • Durata della carica soddisfacente (in molti casi qualche giorno e alcune si possono ricaricare)
  • Vaporosità abbondante
  • Ottima resa aromatica
  • Compattezza e leggerezza dei device, comodi da portare appresso ovunque

I contro, che come sempre ci sono, potrebbero essere i seguenti:

  • Tiro fisso: la maggior parte dei modelli non consente di regolare l'ariosità dell'inalazione
  • Poco eco-friendly: di questi tempi, l'usa e getta non differenziabile non è molto green

Nel complesso, possiamo dire che le sigarette elettroniche usa e getta possono essere un'ottima arma per iniziare il percorso per smettere di fumare, ma la cosa migliore da fare è sostituirle il prima possibile con un modello classico che permetta la sostituzione delle componenti usurabili.

In questo modo si può infatti giovare dei benefici del vaping e al contempo limitare l'impatto ecologico negativo del secco indifferenziato.

Commenti (0)

banner




migliori sigarette elettroniche








Product added to wishlist